Chi Siamo - Il Presepe Vivente XII Edizione - Canosa di Puglia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Presepe Vivente nasce a Canosa di Puglia nel lontano 1994 nell'aula di A.C.R. della Parrocchia Maria SS.ma del Rosario. La manifestazione, realizzata esclusivamente dai ragazzi sotto la guida di Anna Di Sibio e Paolo D'Ambra, è stata sospesa dopo pochi anni. Nel settembre 2004, con l'idea di rilanciare la manifestazione coinvolgendo circa 150 persone, Paolo D'Ambra e Anna Di Sibio, organizzano un Presepe Vivente che ottiene un incredibile successo. Dopo 3 mesi di duro lavoro, in un'area di interesse archeologico di circa 6000 metri quadrati bonificata, va in scena per quattro serate uno spettacolo molto suggestivo che coinvolge circa 40.000 visitatori, provenienti anche dalle regioni limitrofe, richiamati dal passaparola. La manifestazione richiama anche politici, organi di stampa e troupes televisive: è un successo travolgente ed inaspettato. Alla chiusura del Presepe Vivente 2004 'la Gazzetta del Mezzogiorno' titola: "Il Presepe Vivente delle meraviglie". Il Comitato Presepe Vivente di Canosa di Puglia è stato costituito, all'indomani del grande successo ottenuto dalla prima edizione della manifestazione.

Sull'onda dell'entusiasmo, si sono susseguite la seconda, la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima e…l'ottava edizione; si, perché oggi siamo al Presepe Vivente VII edizione (2011/2012).
Il Comitato organizzatore , con un Direttivo rinnovato, continua ad organizzare una delle più belle manifestazioni religiose e culturali della Puglia, che vede la partecipazione di oltre 300 figuranti di ogni età che, con spirito di sacrificio, animano le oltre 25 scene di vita quotidiana del villaggio presepiale nell'area, oggi, di 12.000 metri quadri, ogni anno recuperata da un gruppo di volontari, generoso e caparbio.
Il Presepe Vivente, patrocinato dal Comune di Canosa di Puglia, dalla Regione Puglia e dalla Provincia Bat, si svolge in alcune serate e richiama migliaia di turisti provenienti da ogni parte della Puglia e d'Italia che, seguendo un percorso guidato di oltre 300 metri, si ritrovano ad ammirare uno spettacolo così suggestivo da riportarli indietro di 2000 anni, nella Betlemme che ha visto nascere Nostro Signore.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu